Cialde al grana

Golosissime cialde al grana che si mangiano con tutto quello che vogliamo: salumi, formaggi, ma anche da sole. Fantastiche quando sono ancora calde, se ne può fare anche una versione dolce da cospargere con zucchero a velo, marmellate e creme spalmabili.

Cialde al grana

Ricetta di Gianfranco Allari

DSC_0303

Ingredienti per 18 cialde:

  • 3,5 dl di latte
  • 250 g di farina
  • 60 g di burro fuso
  • 100 g di grana grattugiato
  • 4 uova
  • ¼ di bustina di lievito per torte salate
  • sale e pepe
  • olio per le piastre
  • grana grattugiato

Utensili utilizzati:

DSC_0249

Esecuzione:

Riunire in una ciotola la farina con il grana, il lievito, sale e pepe e mescolare il tutto, formare una fontana e unire le uova, il burro fuso e il latte, amalgamare il tutto con una frusta cercando di non formare grumi.

La pastella si può preparare prima senza problemi, ma può anche non riposare. Se utilizzate farina semintegrale, come ha fatto Gianfranco, se lasciate riposare la pastella a lungo diventa scura, non è gradevole da vedere.

Accendere e preriscaldare il grill Cuisinart con le apposite piastre, al primo utilizzo ungerle leggermente con olio.

DSC_0244

Versare una quantità di impasto sufficiente a ricoprire le cellette sulla base, stenderlo leggermente, chiudere e fare leggermente pressione sull’impugnatura.

DSC_0248

Lasciare dorare le cialde, una volta pronte toglierle delicatamente dallo stampo e spolverizzarle immediatamente con il grana.

DSC_0252

Servire le cialde con verdure alla griglia, salumi e formaggi morbidi.

Golose varianti

Per la versione dolce sostituite i 100 g di grana con 80-100 g zucchero (il pizzico di sale ci va sempre).

Per la versione al cacao: sostituite 30 grammi di farina con 30 grammi di cacao e aggiungete un goccino di latte (il cacao asciuga).

Si può poi giocare con le farine: potete utilizzare farina di mandorle, farina di farro, o metà e metà; insomma possiamo sbizzarrirci!

Per un sapore più deciso potete utilizzare il pecorino al posto del formaggio grana, che è più delicato.

Potete cuocere le cialde per più o meno tempo, tenendole più o meno croccanti, comunque rimarranno morbide (non sono waffle).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.