Fedele alleato nelle mattine complicate e certezza per prevenire la sonnolenza post pranzo, il caffè è irrinunciabile! non a caso è la seconda bevanda più bevuta al mondo, dopo l'acqua.

Ma se vi dicessimo che, oltre a scacciare la sonnolenza, il caffè è anche il perfetto elisir di lunga vita? Ebbene sì, questa magica bevanda ha delle proprietà di cui non si parla abbastanza. Prima di vederle facciamo un passo indietro.

Come riconoscere il caffè buono

Il caffè, oltre che essere una bevanda, è il momento più vibrante della giornata: il suo aroma e il suo sapore possono cambiare il nostro mood in pochissimi secondi. Ma come si riconosce un buon caffè?

Partendo dall’aroma, questo dev’essere intenso, tostato e invitante. Al contrario, se il vostro naso dovesse odorare qualcosa che assomiglia alla paglia o al bruciato, posate subito la tazzina. Non è un caffè letale, ma se doveste avere una brutta giornata, non contribuirebbe a migliorarla.

Passando, invece, al gusto, in bocca il buon caffè lascia una nota amara che si addolcisce in pochi secondi. Quindi il sapore ideale è persistente, ma non eccessivamente aggressivo. Infine, la crema in superficie. Oltre a essere buonissima, ha la funzione di trattenere nella tazzina tutte le particelle volatili del caffè. Proprio quelle particelle che contengono sapori e fragranze.

 

Le proprietà benefiche del caffè

Dopo aver visto come il caffè può cambiare la nostra giornata, in base al suo aroma o sapore, vediamo quali sono le sue proprietà benefiche nascoste.

  1. Per il sistema nervoso

Una tazza da caffè, in molti casi, rappresenta una vera salvezza al risveglio. Questo perché il caffè stimola il sistema nervoso centrale, riducendo la sensazione di sonno e aumentando così l’energia. Detta in termini più tecnici, il caffè inibisce l’adenosina, un neurotrasmettitore che ha il compito di indurre il sonno.

Inoltre, la bevanda è ricca di sostanze nutritive importanti, come le Vitamine B2, B3 e di Sali minerali, come potassio e fosforo.

Caffè: tutti i benefici

  1. Per la memoria

Oltre a tenere a bada la stanchezza, il caffè ha anche degli effetti stimolanti sulla memoria. Secondo una ricerca dell’Università della California, infatti, il consumo (moderato) di caffeina può potenziare sia la memoria a lungo termine sia la memoria visiva.

  1. Nella dieta

Il caffè diventa anche un alleato nella dieta. A quanto pare la bevanda può aiutare a ridurre la sensazione di fame residua dopo i pasti, limitando così l’assunzione di zuccheri non necessari al corpo. Inoltre, l’assunzione di caffeina può promuovere la riduzione del peso e l’indice di massa corporea.

Se il caffè era già la nostra bevanda preferita, ora lo è ancora di più!